Mobilità

La progettazione di una città ecologica presuppone un ripensamento della mobilità cittadina. Servono scelte coraggiose sul trasporto pubblico, sulla rimozione delle barriere architettoniche, sulla creazione delle piste ciclabili e dei percorsi ciclopedonali, sulla realizzazione dei parcheggi di scambio. Occorre rivisitare il piano trasporti urbano esistente in funzione dei cambiamenti dettati dall’accelerazione sulla digitalizzazione dovuta al COVID-19.

La nuova Amministrazione favorirà e promuoverà idee e progetti per una mobilità sostenibile, dandosi le seguenti priorità:

attivazione di un Piano per l'ammodernamento e sostituzione dei mezzi di trasporto pubblico locale con mezzi a trazione elettrica;

incremento delle zone trenta e maggiore pedonalizzazione;

costruzione di un sistema di piste ciclabili;

istituzionalizzazione della Consulta sul diritto alla mobilità;

sostegno a campagne di ascolto con gli utenti dei mezzi pubblici;

investimenti per attrarre privati che offrono servizi di pooling e sharing;

Accessibilità ai disabili fisici e sensoriali di tutti i mezzi di trasporto urbano ed extraurbano;

accertamento delle competenze in materia di manutenzione del viadotto e della circonvallazione fino all'innesto sulla A2;

incremento delle aree pedonali, favorendo il trasporto pubblico;

incentivazione alla costruzione di parcheggi condominiali.